È possibile compiere un tour delle eccellenze enogastronomiche del Piemonte in una sola giornata a piedi? Se andrete a Vinum potreste riuscirci!

Insieme a Erica, mia compagna di degustazioni (e di vita), vi portiamo alla scoperta della “più grande enoteca a cielo aperto d’Italia” dedicata ai vini piemontesi. Li troverete proprio tutti, con qualche eccezione (es. Ghemme e Gattinara).

Prima di iniziare, alcune informazioni utili sulla Manifestazione:

  • i banchi d’assaggio sono situati all’aperto nelle piazze di Alba, tranne quelli dedicati ai grandi vini rossi delle Langhe, ubicati nel Palazzo mostre e congressi “G. Morra” in Piazza Medford;
  • per degustare i vini potete acquistare (online o alle casse) un carnet completo che comprende 17 degustazioni oppure un coupon di 8 degustazioni (acquistabile solo alle casse);
  • insieme al carnet o al coupon, riceverete un calice in vetro e la comoda taschina per portarvelo in giro;
  • nelle piazze di Alba troverete non solo i banchi d’assaggio, ma anche numerosi stand gastronomici (“Street Food ëd Langa”) per abbinare ai vini le prelibatezze piemontesi;
  • sono previste anche esperienze in cantina, laboratori tematici, eventi collaterali (come la mostra dei supereroi della Marvel, illustrati da Gabriele Dell’Otto), ecc., per i quali vi rimandiamo al programma completo disponibile sul sito internet di Vinum.
Taschina porta calice e coupon degustazioni – Vinum – Alba (CN)

Nel caso questo tour virtuale vi facesse venire sete e l’acquolina in bocca, siete ancora in tempo per rimediare. Infatti, Vinum si svolgerà anche nel weekend del 7 e 8 maggio.

Ecco un riassunto della nostra visita di domenica 24 aprile con qualche suggerimento e un piccolo segreto.

Grandi vini rossi e bianchi delle Langhe

Se, come noi, avete parcheggiato l’auto nel grande parcheggio vicino a Piazza Medford, all’uscita dello stesso troverete subito le casse e i punti per il ritiro dei carnet acquistati online. Parcheggi e casse sono presenti anche in altre piazze di Alba (mappa di Vinum 2022).

All’interno del Palazzo mostre e congressi “G. Morra”, potete degustare i grandi vini rossi delle Langhe, ossia:

  • Barbaresco DOCG;
  • Barbera d’Alba DOC;
  • Barolo DOCG;
  • Diano d’Alba DOCG Superiore;
  • Dogliani DOCG Superiore;
  • Freisa DOC;
  • Nebbiolo DOC;
  • Nebbiolo d’Alba DOC;
  • Verduno Pelaverga DOC.

Non potendo certo iniziare le degustazioni dal Barolo, al nostro arrivo abbiamo “saltato” questa degustazione per recuperarla alla fine dell’itinerario. Sul Barolo DOCG 2017 della Cantina Réva che abbiamo scelto c’è poco da dire: un vino con un bouquet davvero ampio, in cui risalta una nota di amarena sotto spirito.

Un’avvertenza: Barolo e Barbaresco valgono ciascuno due degustazioni ai fini di carnet o coupon ma, come potete immaginare, sono ben spese.

Banco d’assaggio del Barolo DOCG – Vinum – Alba (CN)

Nella vicina Piazza C. Bubbio trovate, invece, un punto “Street Food ëd Langa” gestito dall’Associazione macellai albesi (carne e salumi in abbondanza!) e lo stand all’aperto dei grandi vini bianchi delle Langhe:

  • Arneis DOC;
  • Bianco DOC;
  • Chardonnay DOC;
  • Favorita DOC;
  • Nascetta DOC;
  • Sauvignon DOC.

Roero, Roero Arneis e produttori della Città di Alba

Oltre agli antipasti di “Street Food ëd Langa” (assolutamente da provare le Bagasse con i salumi), in Piazza Rossetti ci sono i banchi d’assaggio relativi a Roero DOCG e Roero Arneis DOCG. Conoscendo già la versione ferma del Roero Arneis DOCG, abbiamo optato per quella spumante brut metodo classico della cantina Viglione Antonio & Figli, dal gusto intenso e particolare, forse non adatto proprio a tutti i palati.

Piazza Rossetti – Vinum – Alba (CN)

Nella stessa piazza ci sono anche i produttori della Città di Alba che offrono:

  • Alba DOC;
  • Barbera d’Alba DOC;
  • Barbera d’Alba DOC Superiore;
  • Dolcetto d’Alba DOC;
  • Nebbiolo d’Alba DOC;
  • Nebbiolo d’Alba DOC Superiore.

Noi abbiamo degustato due “capisaldi” dei vini piemontesi: Barbera d’Alba DOC e Nebbiolo d’Alba DOC prodotti, rispettivamente, dalla cantina Piazzo Comm. Armando e da quella Drocco Luigi. Entrambe le bottiglie esprimono appieno le caratteristiche tipiche di questi due vini: freschezza (acidità) per il Barbera e tannini decisi per il Nebbiolo.

Sempre in Piazza Rossetti, gli amanti del Vermut troveranno anche lo stand dedicato a questo famoso vino aromatizzato piemontese.

Brachetto, Gavi, Dolcetto, vini del Monferrato e del Pinerolese

Ci siamo poi diretti verso il Cortile della Maddalena dove sono situati i banchi d’assaggio relativi a:

  • Brachetto d’Acqui DOCG e Gavi DOCG;
  • Dolcetto (es. Diano d’Alba DOCG, Dogliani DOCG e Ovada DOCG);
  • vini della Colline del Monferrato Casalese (es. Barbera del Monferrato Superiore DOCG);
  • vini del “Pinerolese” (Pinerolese DOC).
Cortile della Maddalena – Vinum – Alba (CN)

Avendo fatto recentemente una degustazione presso i produttori del Gavi (peraltro, assolutamente consigliata), abbiano optato per un Brachetto d’Acqui DOCG secco spumante della cantina Corte dei Balbi Soprani. Un vino beverino, ideale per la temperatura calda di quel momento della giornata.

A questo punto, non poteva mancare il Dolcetto; pertanto, ci siamo “concessi” un Dolcetto di Ovada DOCG riserva 2016 prodotto dalla Cascina Gentile. Davvero buono, l’invecchiamento ammorbidisce il tannino “ruspante” tipico di questo vitigno.

Sempre nel Cortile della Maddalena era presente (da programma, purtroppo, solo sino al 25 aprile), lo stand della Valle D’Aosta, regione ospite della Manifestazione. In questo caso, abbiamo scoperto che le degustazioni erano libere! Noi ci siamo “limitati” a un sorso di Blanc de Morgex et de la Salle di Cave Mont Blanc, pur facendo uno “strappo” alla successione dei vini che avevamo già bevuto. Per chi conosce i grandi vini di questa piccola regione, c’era davvero l’imbarazzo della scelta: Donnas, Petite Arvine, Torrette, Fumin, Gamay, Mayolet, solo per citarne alcuni.

Asti spumante e Moscato d’Asti

In Piazza San Paolo potete concludere il vostro itinerario in bellezza scegliendo fra una vasta offerta di dolci da abbinare con Asti Spumante DOCG o Moscato d’Asti DOCG.

Noi ci siamo “viziati” con un gran misto di dolci al cioccolato (degustazione di torte, biscotti e bonet) abbinato al classico Asti Spumante DOCG della Cantina Araldica, c’è da aggiungere altro?

Gli appassionati della grappa troveranno anche uno stand relativo a questo distillato.

Purtroppo il nostro tour di Vinum è terminato ma, nel giro di qualche ora, abbiamo davvero degustato alcune delle eccellenze enogastronomiche del Piemonte.

Come già anticipato, per chi volesse fare un salto ad Alba, la Manifestazione si terrà anche nel weekend del 7 e 8 maggio. Buona visita!

Letto 163 volte
Restiamo in contatto!
Ci piacerebbe restare in contatto per informarti di tanto in tanto delle nostre iniziative ed eventi di degustazione. Promettiamo di inviarti non più di 4 mail per anno.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE