“Il vino porta bene”: sarà questo lo slogan che accompagnerà la settima edizione di In Vino Civitas, il salone del vino, organizzato dall’associazione Createam con CNA Salerno, che sbarca alla Stazione Marittima di Salerno dal 21 al 23 ottobre 2023.

Promosso con la Camera di Commercio ed il Comune di Salerno, l’evento, ancora una volta, coniugherà la degustazione dei vini di 85 aziende vitivinicole provenienti da 17 regioni italiane nella suggestiva cornice della conchiglia disegnata da Zaha Hadid, con molteplici iniziative legate alla promozione del territorio e dell’artigianato e riflessioni sul mondo del vino.

Subito dopo il taglio del nastro, in programma sabato alle 16 ed un brindisi speciale all’insegna dell’integrazione, con sette studenti provenienti da Brasile, Georgia, Marocco, Costa d’Avorio, Venezuela, Cuba e Kirghizistan che studiano al CPIA di Salerno, il Prefetto di Salerno, Francesco Esposito consegnerà il premio EccellenSA, un bacco in ceramica artistica vietrese realizzato dal presidente di CNA Salerno, Lucio Ronca.

Il premio andrà all’azienda vitivinicola Villa Papiano simbolicamente per rendere omaggio a tutte le aziende danneggiate lo scorso maggio dalla tremenda alluvione che ha colpito l’Emilia Romagna e per le quali è partita una gara di solidarietà nazionale targata CNA.

Questo è l’anno in cui come associazione punteremo ad aprire ai giovani – ha annunciato Sergio Casola di Createam – siamo orgogliosi della risposta ottenuta dal mondo dei produttori che sempre più numerosi ed entusiasti aderiscono al nostro Salone del Vino”.

Sabato è anche il giorno in cui, oltre all’apertura dei Wine Talk, chiacchierate attorno al mondo del vino e la presentazione ufficiale delle cantine presenti (l’elenco completo dei partecipanti è consultabile sul sito www.invinocivitas.it) approdano, all’interno della stazione marittima, undici buyers provenienti da Serbia, Ungheria, Albania, Slovenia, Bulgaria e Svizzera che, d’intesa con ICE Agenzia, promuovono contatti B2B con le aziende vitivinicole.

Tra le aziende campane presenti, sarà anche sfida a colpi di calice per il Premio Arechi, per la miglior produzione regionale tra le etichette presenti al Salone del Vino.

Il premio al miglior vino rosso e al miglior vino bianco presentati al Salone che sarà conferito domenica 22 ottobre dal presidente regionale Ais, Tommaso Luongo e provinciale Nevio Toti, consiste in un’opera ceramica di design, il Prillo, realizzata da Sonia Tramontano, una delle partecipanti al Corso di Ceramica regionale di Vietri sul Mare.

Anche le altre opere della Scuola di Ceramica saranno in esposizione al Salone che diventa Salotto per riflettere sul turismo e lo sviluppo del settore enogastronomico con CNA agroalimentare.

Questo evento arricchisce ulteriormente l’offerta promossa nel comune capoluogo , in un fine settimana incredibile– ha fatto notare Alessandro Ferrara, assessore al Turismo e alle attività produttive- brindiamo alla crescita del turismo e del nostro territorio, all’insegna della sinergia e della capacità di fare rete”.

Le Masterclass

Già dal primo giorno si terranno anche le interessanti Masterclass a cura di AIS Salerno.

Sabato 21 Ottobre:

  • ore 18:00: “Calabria in Calice” Un viaggio tra territori e biodiversità;
  • ore 20:30: Verticale di Amarone “Corte San Benedetto”.

Il giorno dopo, Domenica 22 ottobre:

  • ore 18:00: “Il Vulture in Cantina …di Venosa!”;
  • ore 20:30: “Pinot Nero e Gewurztraminer. L’Alto Adige secondo Elena Walch”

In Vino Civitas: non solo Vino

Ritorna anche per la nuova edizione la mostra dei fotografi CNA, quest’anno ispirata al tema della fortuna e del benessere che ruota attorno al vino e si chiuderà con il riconoscimento consegnato, lunedì 23 ottobre, alle 15 dalla ‘madrina’ Silvia Imparato, la titolare dell’azienda Montevetrano, al professor Alex Giordano, docente di Trasformazione Digitale per il contributo dato all’innovazione nel settore vitivinicolo.

Ad accogliere visitatori ed aziende nel secondo giorno, ci sarà un corteo storico, frutto della sinergia con la Bottega San Lazzaro e la Fiera del Crocifisso ritrovato: saranno i pensionati e gli artigiani Cna a trasformarsi in dame e cavalieri medioevali.

I visitatori potranno girare anche assistendo, all’interno della stazione marittima, ad una sfilata di moda, un viaggio tra pellicce, vestiti e moda Positano.

Tra le novità di quest’anno anche il primo premio letterario “Pagine di Vite” che sarà conferito al giornalista Paolo Romano per il libro “Io, Campania” nel quale ha messo in luce più volte il legame tra produzione del vino ed il nostro territorio.

Tra i dibattiti ci saranno anche i momenti di riflessione sui rischi legati all’abuso di sostanze alcoliche con la direttrice del Ser.D. dell’Asl di Salerno ed il presidente della Camera Penale Avv. Luigi Gargiuli, nonché un report sui danni prodotti dalla Peronospora, una rinnovata sinergia con il Profagri, l’istituto agrario di Salerno, che, come vincitore del concorso nazionale Bacco e Minerva, dovrà ospitare a Salerno le scuole di tutt’Italia.

L’istituto vincente avrà come premio diritto a partecipare alla prossima edizione di In Vino Civitas. Il Salone del Vino sarà anche rigenerazione urbana: le bottiglie più caratteristiche che saranno svuotate all’interno dell’evento verranno riutilizzate, grazie ad un’intesa con Salerno Pulita, la società che si occupa della raccolta differenziata nel comune capoluogo, nell’ambito del progetto “ Il decoro premia” per i laboratori creativi che saranno realizzati al Rione Fornelle.

Letto 91 volte
Restiamo in contatto!
Ci piacerebbe restare in contatto per informarti di tanto in tanto delle nostre iniziative ed eventi di degustazione. Promettiamo di inviarti non più di 4 mail per anno.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE