Quando parliamo di Riesling, la nostra mente vola subito in Alsazia o in Germania. Spesso dimentichiamo quanto questo nobile vitigno sia diffuso anche in Italia. Le sue migliori espressioni si riscontrano in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Oltrepò Pavese e Trentino Alto-Adige. Ci sono tuttavia ottime rappresentazioni anche in altre parti d’Italia, come il Riesling Lupa Bianca di Castelsimoni, che ho avuto il piacere di assaggiare oggi direttamente dalla provincia dell’Aquila.

L’azienda Castelsimoni

Passione e amore per la propria terra non possono che generare prodotti sani e dalle caratteristiche uniche. Castelsimoni coltiva in purezza e senza pesticidi tutte le sue vigne, comprese quelle per la produzione del Riesling Lupa Bianca. Questa è la filosofia aziendale in cui la peculiarità dell’uva, il rispetto del territorio, dei processi di viticultura e vinificazione, permettono di preservare tutte le caratteristiche e le tipicità legate al terroir.

Le vigne dell’azienda Castelsimoni si estendono alle pendici del Gran Sasso, ad 800 metri s.l.m.. Vista la posizione, viene naturale pensare ad una produzione di alta quota, da cui nascono vini di montagna prodotti con tecniche di coltivazione non invasive, in cui l’azienda crede fermamente e che porta avanti con convinzione.

Ad aiutare la produzione e la caratterizzazione dei prodotti, ci sono le forti escursioni termiche favorite dall’alta quota e la purezza dell’aria di montagna che conferiscono ai vini note e aromi inconfondibili.

La degustazione del Riesling Lupa Bianca

L’elevata altitudine delle vigne, permette a vitigni inusuali nell’Abruzzo come il Riesling, di esprimersi al meglio anche in questa zona. L’uva per produrre il Lupa Bianca di Castelsimoni, viene raccolta la prima decade di ottobre, rigorosamente a mano e in piccole cassette. Durante le prime ore del mattino avviene poi la vinificazione attraverso una fermentazione spontanea con l’utilizzo di soli lieviti indigeni e successivamente una macerazione a freddo. Questo processo consente di preservare tutti i profumi che contraddistinguono questa nobile uva.

Alla vista il Lupa Bianca di Castelsimoni spicca il colore brillante giallo paglierino con interessanti riflessi dorati. Al naso possiamo distinguere le note fruttate di pompelmo, agrumi e frutta tropicale, seguiti da fiori bianchi, erbe aromatiche e una nota di pietra focaia.

Un bouquet complesso che ritroviamo anche al gusto, secco e di grande freschezza, in cui ritornano le note minerali tipiche e tropicali. Un Riesling dal finale elegante e persistente che, sorso dopo sorso, ti coinvolge empre di più, senza far pesare i suoi 13,5% e i suoi tre anni.

Abbinamenti

Il Riesling è un vino generalmente che si presta bene a diversi abbinamenti essendo un prodotto molto versatile.

Pesce e crostacei si sposano elegantemente con questo prodotto. La mineralità amalgamata ai sentori iodati del mare, donano freschezza e armonia. Un abbinamento che conquista è sicuramente con le capesante.

Non è da meno se abbinato a piatti di carne bianca e con dei formaggi non troppo stagionati.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE