Si è svolto a Vicenza il 7 e 8 ottobre 2023, nella splendida cornice del “Conservatorio di musica “Arrigo Pedrollo” la tredicesima edizione di Gustus 2023, l’evento enogastronomico che quest’anno coincide con i festeggiamenti per i 50 anni della DOC Colli Berici e Vicenza. Un evento che ha raggruppato più di 100 etichette e ha permesso di scoprire i vini dei Colli Berici, di Vicenza e di Gambellara.

“Gustus” rappresenta annualmente un’occasione unica per immergersi nell’arte enogastronomica della provincia e celebrarne i vini. Organizzato dal Consorzio dei Colli Berici, da anni guidato dal direttore Giovanni Ponchia, Gustus non è solo un evento di degustazione, ma anche un’opportunità per esplorare il legame profondo tra la terra vicentina e il bicchiere e per incontrare produttori, esperti del settore e appassionati di vino.

Prima di entrare nel vivo della masterclass “Colli Berici Vintage” tenutasi durante l’evento, ecco una breve introduzione ai Colli Berici e alle sue caratteristiche.

Una breve storia dei Colli Berici

La storia vinicola della provincia di Vicenza è una cronaca affascinante di tradizione e la produzione di vino in questa provincia risale a tempi antichi, risalendo anche all’epoca romana. Le viti prosperano in un terroir unico, caratterizzato da terreni argillosi e calcarei, un clima temperato e l’influenza benefica del vento alpino.

Il paesaggio dei Colli Berici presenta una formazione collinare caratterizzata da rilievi dal profilo dolcemente ondulato, con altitudini moderate, generalmente comprese tra i 300 e i 400 metri sul livello del mare. Queste colline hanno avuto origine da movimenti tettonici e sollevamenti geologici, nonché da eruzioni vulcaniche localizzate.

La composizione di questo territorio collinare e delle zone pedecollinari è prevalentemente costituita da una successione di formazioni rocciose calcaree di origine sedimentaria. Queste rocce si sono trasformate nel corso del tempo in suoli argillosi di colore rosso, noti per la loro ricchezza in scheletro.

In aggiunta, si riscontrano anche tracce minori di rocce di origine vulcanica che hanno contribuito a creare terreni basaltici intrisi di sali minerali. Questa diversità geologica conferisce un carattere unico a questo paesaggio collinare, creando condizioni favorevoli per la coltivazione di varietà di uve eccezionali e una ricca biodiversità.

I vitigni principali

Nel corso dei secoli, i viticoltori vicentini hanno sviluppato una vasta gamma di vitigni, alcuni autoctoni, altri internazionali. Ciascun vitigno ha saputo sviluppare qui la sua profonda personalità ma tra i più celebri vitigni autoctoni troviamo sicuramente il vitigno “Garganega”, portabandiera della Doc Gambellara e il “Tai Rosso”, noto in passato come Tocai Rosso, portabandiera della Colli Berici Doc.

I vini di uva Garganega regalano note di fiori bianchi e agrumi, con una piacevole acidità. Il Tai Rosso è un’autentica perla tra i vitigni rossi locali, con le sue tonalità di ciliegia e un sapore complesso di frutti rossi e spezie.

Un aspetto fondamentale è che questo vitigno condivide la stessa base genetica del Cannonau sardo, della Grenache francese e della Garnacha spagnola, ma ha trovato nel territorio vicentino un habitat ideale per la sua coltivazione, sviluppando una propria identità unica.

Masterclass “Colli Berici Vintage”

Gli appassionati che hanno visitato “Gustus” hanno avuto l’opportunità di ampliare le proprie conoscenze partecipando ad una coinvolgente masterclass condotta da Gianni Fabrizio, storico curatore della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso.

Nella prima parte della masterclass i partecipanti hanno potuto degustare quattro vini provenienti da antichi vitigni vicentini accuratamente selezionati dall’associazione G.R.A.S.P.O. Questi includono la gambugliana, la cenerente, l’uva gatta e la corbina.

Il vitigno “cenerente” è una rara varietà autoctona coltivata nei Colli Berici, in provincia di Vicenza, Italia. Le viti di cenerente sono rinomate per la loro resistenza agli agenti atmosferici e per la capacità di adattarsi a diverse condizioni climatiche. Dall’uva di cenerente si ottengono vini rossi dalla personalità unica, con profonde note di frutti rossi e spezie, sostenute da una buona struttura e freschezza.

L’ “uva gatta” è un affascinante vitigno autoctono coltivato nelle pittoresche colline dei Colli Berici, in provincia di Vicenza, Italia. Questo vitigno deve il suo nome alla sua intrinseca caratteristica di una alta acidità, che per l’appunto “graffia”. Le uve dell’uva gatta producono vini rossi con profumi di frutti neri, erbe aromatiche e una piacevole mineralità.

La Corbina è un vitigno di origine vicentina/padovana, produce vini rossi caratterizzati da un intenso colore rubino e complessi aromi di frutti rossi e spezie.

La seconda parte della masterclass ha invece enfatizzato la longevità dei vini rossi dei Colli Berici attraverso la degustazione di quattro annate storiche:

  • Merlot Doc Colli Berici Campo del Lago 1992
  • Cabernet Doc Colli Berici Rive Rosse 1991
  • Cabernet Doc Colli Berici Rive Rosse 1974
  • Merlot Doc Colli Berici Campo del Lago 1973.

Durante la masterclass, Fabrizio ha guidato i partecipanti in un viaggio sensoriale attraverso i diversi terroir offrendo una prospettiva approfondita sulle diverse varietà di uve, i processi di produzione e le caratteristiche organolettiche dei vini.

Sicuramente Vicenza, i suoi colli e i suoi vini meritano una visita….

Letto 80 volte
Restiamo in contatto!
Ci piacerebbe restare in contatto per informarti di tanto in tanto delle nostre iniziative ed eventi di degustazione. Promettiamo di inviarti non più di 4 mail per anno.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE