Secondo il rapporto dell’OIV il consumo globale del vino è pari a 267 mhl, ma quali sono i paesi produttori di vino più importanti?

Quale paese produce più vino?

Tra i paesi produttori di vino che ne lavorano di più c’è l’Italia con ben 61 milioni di ettolitri prodotti solo nel 2020!

A seguire, in ordine di produzione:

  1. Francia;
  2. Spagna;
  3. Stati Uniti;
  4. Australia;
  5. Argentina;
  6. Sud Africa;
  7. Cina;
  8. Germania; 
  9. Portogallo.

Quale paese consuma più vino?

La consumazione è tanto importante quanto la produzione, in questo caso gli USA scalano decisamente la vetta fino ad arrivare in prima posizione con 32 milioni di hl consumati a seguire, la Francia, Italia, Germania, Cina, Gran Bretagna, Spagna, Argentina, Australia e Canada.

Mentre come consumo pro capite?

Qui i francesi sono al primo posto con 45 litri, poi i portoghesi con 38, italiani con 36, tedeschi con 23, americani con 10 e cinesi con 1.

Dov’è nata la cultura del vino?

La cultura del vino è nata in Francia! Inizialmente era l’unica a produrre ed esportare a livello mondiale sia il vino in sé che diverse pratiche enologiche.

Successivamente l’Italia l’ha superata sia per volumi prodotti che per numero di denominazioni di origine, ossia 408 per DOP e 118 per IGP a differenza della Francia con 360 DOP e 75 IGP.

Le differenze tra i diversi paesi produttori di vino

Italia

Italia maggior produttore di vino

Secondo il rapporto della FAO, l’Italia è il maggior produttore di vino al mondo grazie ai suoi 4.796 milioni di tonnellate di vino prodotti.

Ci sono oltre un milione di vigneti in ogni regione, quindi le uve saranno sempre coltivate localmente, d’aiuto c’è anche il clima che è ideale per la coltivazione dell’uva.

Proprio per questi diversi motivi il vino italiano è noto in tutto il mondo per la sua qualità.

Spagna 

La Spagna è pressoché un altro dei paesi produttori di vino più importanti, in effetti è al secondo posto nella produzione di vino a livello mondiale.

Hanno più di 400 varietà di uva e le principali regioni vinicole sono Rioja, Priorat e l’Andalusia, in quest’ultima è molto noto lo Sherry

Francia 

La Francia è uno dei maggiori produttori di vino, infatti a livello mondiale è posizionata in terza posizione. 

I concetti di vinificazione più utilizzati sono il TERROIR e il sistema AOC (appellation d’origine). 

Il vino prodotto in Francia cambia qualitativamente, può sembrare un paradosso, ma difatti i vini di migliore qualità vengono esportati in tutto il mondo, mentre i vini di minore qualità li diffondono localmente.

Stati Uniti 

Gli Stati Uniti, nonostante siano nuovi nella produzione, sono un pilastro mondiale della produzione di vino con una quantità ben nota pari a 3.3 milioni di tonnellate prodotte.

L’area di produzione va oltre i 1.2 milioni di acri, però non è ben diffusa perché la costa occidentale produce il 90% del vino in totale.

L’E e J Gallo Winery sono i maggiori produttori negli Stati Uniti e difatti rappresenta un quarto del totale delle vendite americane.

Australia

L’importanza dell’Australia non è molto il suo vino locale, più che altro ha un vastissimo mercato che supera i 2 miliardi di dollari di vini nazionali.

L’Austria produce più vino di quanto ne consumi e il successo dovuto al loro vino è l’ottimo rapporto qualità/prezzo, hanno difatti ottenuto una grande crescita sin da subito perché hanno sempre utilizzato nuove tecnologie e pratiche all’avanguardia.

Argentina

Così come la cucina la quale ha radici in Spagna, così producono anche i vini.

Tuttavia la vitivinicoltura Argentina è abbastanza arretrata infatti il prodotto non è sempre, qualitativamente parlando, al pari con gli altri competitor.

Però ci sono anche zone che cercano la qualità del prodotto, come tutte le zone vicino il Cile che hanno ovviamente le stesse condizioni ambientali e climatiche.

Sud Africa 

L’uva più coltivata nel Sud Africa è lo Chenin Blanc, con questa si producono soprattutto i vini più comuni.

Anche le uve bianche sono le più coltivate e ce ne sono differenti:

  • Chardonnay
  • Sauvignon 
  • Riesling 
  • Colombard 
  • Cape Riesling 

La zona vinicola più antica del Sud Africa è Constantia, perché ha sia un clima fresco che la vicinanza all’oceano Atlantico.

Cina

Ultimamente la Cina sta diventando uno dei maggiori consumatori di vino al mondo anche se il consumo pro capite cinese è ancora molto basso.

In diverse città della Cina stanno nascendo numerosi negozi dedicati, possiamo difatti notare che i cinesi sono sempre più interessati ad approfondire questa nuova conoscenza.

Non a caso la consumazione del vino in Cina è 3 volte maggiore negli ultimi anni, anche se la vera sfida del mercato cinese si gioca sul marketing e la capacità di fare rete.

Germania 

La Germania è specializzata alla produzione di vino bianco, difatti 2/3 del mercato tedesco è prevalso dai vini bianchi.

Il loro sistema di qualità è unico grazie al perfetto clima che il loro territorio gli offre, infatti l’alto livello di acidità è il loro punto forte che li differenzia da tutti gli altri, i livelli dei vini di qualità sono:

  • da tavola;
  • regionali;
  • di qualità QbA;
  • di qualità QmP.

Portogallo

Il Portogallo è legato ai suoi due più famosi vini, il Porto e il Madeira, che hanno fatto anch’essi il giro di tutto il mondo.

In termini di quantità il Portogallo è il decimo paese produttore di vino a livello mondiale e il consumo pro capite è pari a 47 litri.

La loro viticoltura è molto legata alla tradizione, addirittura, per la produzione di alcuni vini, le uve vengono ancora schiacciate con i piedi nelle classiche vasche chiamate “lagares”.

Wine Pairing App
Abbina cibo e vino come un vero Sommelier!
Ottieni l’abbinamento armonico con il Metodo Mercadini
Scaricala subito al prezzo promozionale!