Vorresti conoscere le migliori cantine del Piemonte, per organizzare una vacanza memorabile? Allora non perdere i consigli di questa breve guida.
Il Piemonte è una terra ricca, anzi di più. Bellezze artistiche e storiche a profusione … d’altronde Torino è stata capitale d’Italia. Luoghi di cultura e natura sono quelli che si ammirano facilmente in questa regione, la Tenuta di Racconigi, il lago d’Orta, il forte di Fenestrelle, i borghi di Ostana, Neive, Rosazza e Cocconato … normale che anche il vino sia protagonista, uno dei simboli più importanti della cultura gastronomica della nostra penisola. Ecco perché è importante avere una guida alle migliori cantine quando si visita il Piemonte, per non perdere una parte essenziale delle meraviglie di questo speciale territorio.

Dalle Langhe ai Nebbioli del Nord: le migliori cantine del Piemonte

Le colline delle Langhe sono state inserite nel patrimonio UNESCO: luoghi belli da vedere e da gustare. Ma il tour tra le migliori cantine del Piemonte non deve esaurirsi nella Terra di Barolo e Barbaresco … perché la regione ha tanto da dare, da Sud a Nord.
Le Langhe sono circondate da altri luoghi preziosi in quanto a sapori enoici, il Roero, poco più a Ovest, il Gavi un po’ più a Est e il confinante territorio di Dogliani, poco più a Sud, che da solo si è ben meritato la sua denominazione DOCG. Infine, con un balzo a settentrione, eccoci quasi ai piedi delle Alpi, a scoprire tutto il fascino dei Nebbioli del Nord, tra Gattinara e Ghemme.
Da dove vogliamo cominciare? Non posso ignorare a lungo la grandezza dei vini prodotti in tutti questi territori: una bontà da capogiro. Svuota le tue valigie perché stanno per riempirsi di sapori.

 Un tour tra le migliori cantine del Piemonte
Un tour tra le migliori cantine del Piemonte

Migliori cantine del Piemonte: Barolo e Barbaresco

Cinque + tre: ecco i numeri delle Langhe del Barolo e del Barbaresco: una terra di promesse, solcata a Nord dal fiume Tanaro.
Nella zona di Sud/Ovest, ecco i 3 famosi comuni del terroir del Barolo: Castiglione Falletto, Barolo, Serralunga d’Alba, una rosa a cui si aggiungono solo parti anche dei comuni di Monforte d’Alba, Verduno, Roddi, Novello, Diano d’Alba, La Morra e Grinzane Cavour.
Più a Nord, vicino ad Alba, sempre sulla riva destra del Tanaro, ecco i celebri borghi di Barbaresco, Neive e Treiso, con l’aggiunta della piccola frazione di San Rocco Seno d’Elvio, nel comune di Alba.
Siamo in provincia di Cuneo, nel Sud del Piemonte, tra pendii collinari segnati da un suolo particolare e da un clima unico. Non stupisce che ogni singolo “Bricco”, così vengono chiamati localmente i ripidi versanti delle colline, sia in grado di trasmettere la sua storia alle uve. C’è tanto da dire tra quei filari di Nebbiolo.
Un mondo di potenzialità che ogni Tenuta ha espresso a modo suo, per delle narrazioni dal gusto infinito. Ogni Barolo e Barbaresco è un racconto di profumi e sapori, quale sarà il tuo preferito?
Scoprilo, dando un’occhiata alle migliori cantine del Piemonte, scelte tra le Langhe di Barolo e Barbaresco.

Azienda Agricola Vajra

A pochi Km dal centro di Barolo, la cantina Vajra è la regina del Barolo biologico, dato che coltiva le sue uve da oltre 50 anni, seguendo questo preciso regime, ben prima che tutti cominciassero a pensare e a parlare della viticoltura bio. Una famiglia e una squadra del vino, unita nella creazione di vini tipici, gustosi, esemplari dell’uva e del territorio. Una visita perfetta per chi vuole assaporare tutta la forza di un vino come il Barolo, declinato in più versioni, a seconda della lavorazione e dei cru di provenienza delle uve. Una degustazione che saprà raccontare e mostrare il vero legame tra il Nebbiolo e il particolare territorio delle Langhe.

Agriturismo i grappoli dell'azienda Boasso
Agriturismo i grappoli dell’azienda Boasso

Gabutti Boasso

Nel cuore del Comune di Serralunga d’Alba, nasce l’azienda della famiglia Boasso: viticoltori da generazioni e, dal 1970, anche produttori di ottimi vini. Solo 7 ettari vitati di proprietà in un magico contesto rurale. Non per caso alcuni dei Baroli prodotti da Enzo e Franco Boasso portano il nome di alcuni prestigiosi Cru, come Gabutti e Margheria. Una degustazione in cui sono i sapori a vincere, perché la personalità dei nettari prodotti è subito percepibile. Una visita che vorresti prolungare e, per fortuna, c’è il loro agriturismo “I Grappoli”: comodi appartamenti in cui godersi dell’ottimo vino, guardando il castello di Serralunga, letteralmente affacciati sulle vigne. Sarebbe magnifico anche senza la piscina recentemente costruita.

Fontanafredda

A poca distanza dal paese di Serralunga sorge la Tenuta Fontanafredda. Non una semplice cantina ma una vera e propria oasi di pace che ospita delle vigne, un parco, diversi ristoranti e una foresteria. Le grandi dimensioni ti farebbero pensare a un luogo industriale e, invece, si respira una magica atmosfera al suo interno. Un luogo produttivo, sì, ma incastonato alla perfezione nella bellezza del paesaggio. D’altronde, la Tenuta di Fontanafredda apparteneva al re d’Italia Vittorio Emanuele II che la donò alla sua amata, Rosa Vercellana. Forse è per questo che i vini prodotti incarnano bene il cuore delle Langhe, con le sue preziose uve. Una gamma di etichette vasta che, oltre al Barolo, include anche grandi esempi di Barbaresco, grandi spumanti Alta Langa nonché dolci Moscato d’Asti. Una visita che merita senz’altro, poiché ti permette di conoscere il territorio e i suoi vini nelle loro origini.

Le bellezze della Tenuta Fontanafredda
Le bellezze della Tenuta Fontanafredda

Vietti

Un altro comune delle Langhe del Barolo per altri assaggi eccezionali. L’azienda Vietti sorge a Castiglione Falletto, fondata alla fine dell’800 dall’omonima famiglia. Un’azienda storica, ancora oggi gestita dalla quarta generazione dei Vietti che, con passione, continuano a proiettarla verso il futuro, pensando anche a nuovi modi per coinvolgere il pubblico. Ecco perché all’azienda si organizzano esperienze degustative diverse, dalle verticali di pregiati Barolo alle passeggiate tra le vigne. Last but not least, rimane da scoprire il perché le bottiglie della produzione Vietti siano così belle.
Dalla felice unione con la famiglia Currado, negli anni ’70, è partita l’idea delle etichette d’artista: se già ricordi i loro vini per la loro eleganza e bontà, con le etichette diventano memorabili.

Diego Morra

Siamo a Verduno, uno dei territori più caratteristici per la produzione del Barolo, con il famoso cru Monvigliero, di cui la famiglia Morra è grande narratrice. Tre generazioni di vignaioli, da qui le tre “M” del logo aziendale, con sede in una storica cascina, in cui vengono lavorate le pregiate uve, provenienti da diversi appezzamenti vitati, diffusi anche tra i comuni di Verduno, La Morra e Roddi. Proprio per raccontare al meglio i loro ottimi vini, alla Tenuta hanno ben pensato a degustazioni particolari, vere esperienze multisensoriali … non vedi l’ora di provarle.

Cantine Ceretto

Vuoi scoprire tutto il fascino dei diversi Cru del Barbaresco? Una volta che avrai partecipato alla degustazione guidata in casa Ceretto non avrai più dubbi! Produttori nelle Langhe sin dal 1937, i Ceretto sono famosi anche per la loro passione enogastronomica a tutto tondo. Infatti, proprio da una loro iniziativa, insieme allo chef Enrico Crippa, è nata l’idea del ristorante Piazza Duomo ad Alba, oggi il solo e unico tre stelle Michelin del Piemonte.

Le degustazione speciali alla Tenuta Ceretto
Le degustazione speciali alla Tenuta Ceretto

Castello di Neive

Chi non vorrebbe assaggiare ottimi vini dentro un castello? Alla Tenuta Castello di Neive sanno bene come esaudire i desideri. Nessuna bacchetta magica, solo delle fantastiche degustazioni che profumano e sanno di fiaba. Storica proprietà nobiliare, acquistata nel 1964 dalla famiglia Stupino, vanta una particolarità inimitabile: il monopolio del Cru Santo Stefano, da cui prende vita il loro più intrigante Barbaresco. Un luogo in cui non passi, ci vai appositamente.


Se queste due mete non ti bastano, dai un’occhiata al nostro viaggio tra le migliori cantine delle Langhe.

Migliori cantine del Piemonte: Roero

Una regione del Piemonte che prende il nome dalla storica famiglia nobiliare che per secoli ebbe in gestione queste terre, in provincia di Cuneo, tra le colline dell’astigiano e la pianura di Carmagnola, sulla riva sinistra del fiume Tanaro.
Un territorio in cui ritroviamo l’amico Nebbiolo accanto a un’uva a bacca bianca autoctona, l’Arneis, che ormai da anni sta facendo parlare di sé … sempre in positivo.
I rossi del Roero si fanno notare poiché uniscono la forza elegante del Nebbiolo a una bevibilità succosa e fruttata, dai tannini setosi. I bianchi a base di Arneis, dai raffinati profumi di frutta invernale, fiori di campo e nocciole, sono una scelta sempre perfetta per accompagnare le ricette di mare.
In quali cantine gustare questi nettari deliziosi? Eccone alcune perfette per indimenticabili degustazioni e soggiorni rilassanti.

La cantina Bajaji nel Roero
La cantina Bajaji nel Roero

Bajaji

Cantina e agriturismo, jackpot! Specialmente se consideri la qualità dei loro vini. L’azienda Bajaji, della famiglia Moretti, è un inno alla valorizzazione della terra e al raggiungimento del benessere attraverso i frutti offerti dalla terra. Un lavoro duro quello di vederli crescere ma che viene adeguatamente ripagato: il termine Bajaji, scelto appositamente per la cantina, in dialetto vuol dire “sonnecchiare” a indicare persone che, tranquillamente, lavorano e, all’occorrenza, sanno bene come festeggiare. E’ proprio questo il lavoro del viticoltore. Le loro visite, infatti, sono qualcosa di avvincente. Non semplice assaggi, quelle proposte sono esperienze immersive: passeggiate a piedi o in e-bike, pranzi con prodotti tipici, corsi di cucina e di degustazione del vino, nonché la possibilità di festeggiare in loco importanti ricorrenze o eventi aziendali.

Cascina Chicco

I Chicu, cioè i “Chicco”, sono stati sempre loro, quelli della famiglia Faccenda che, da tre generazioni, sono i custodi di questa Cascina nel cuore della campagna di Roero, a Canale. Un’azienda che è diventata famosa, fin dagli anni ’60, per le sue pesche, frutto tipico di questa zona del Piemonte, e per il suo vino. Questo è ancora il regno del Nebbiolo, declinato in un’infinità di sfumature diverse. Durante la ricca visita avrai modo di visitare le storiche cantine sotterranee di Cascina Chicco e di assaggiare, nell’elegante sala degustazione, i loro Arneis, i pregiati Roero e, addirittura, alcuni loro Barolo: una produzione che continua ad ampliarsi grazie alla lungimirante gestione dell’azienda.

La cantina di Cascina Chicco
La cantina di Cascina Chicco

Migliori cantine del Piemonte: Gavi

Le campagne del territorio di Gavi sono da cartolina, speciali come il vitigno protagonista di questa zona del Piemonte: il Cortese. Quest’uva a bacca bianca deve la sua fortuna al suo carattere particolare e ben definito che è stato giustamente valorizzato, specialmente nel dopo guerra, dai produttori locali che si sono resi conto di avere un’uva d’oro tra le mani, capace di dar vita a vini freschi e leggeri così come intensi e saporiti … quasi dei rossi. Cortese sì, ma con forza. Tra le migliori cantine da visitare nella zona del Gavi DOCG troviamo le seguenti.

La Scolca

Se dici Gavi dici La Scolca. E’ stata la famiglia Soldati a dare vita a questa storica azienda, oggi con oltre un secolo di storia alle spalle: a loro va il merito di aver depositato il marchio Gavi dei Gavi, a sancire l’eterno legame tra uva e la zona “Cru” della denominazione. La produzione di lungo corso, firmata La Scolca, ha mostrato al mondo le grandi potenzialità dell’uva Cortese spumantizzata secondo il Metodo Champenoise. I loro Metodi Classici d’Antan sono un vero trionfo di profumi, sapori e longevità. Più che una visita, quella presso La Scolca è un assaggio di storia, in un contesto di rara bellezza.

Le eccellenze da vedere e gustare, visitando La Scolca
Le eccellenze da vedere e gustare, visitando La Scolca

Villa Sparina

Come il nome promette, Villa Sparina è un vero e proprio resort legato al vino. Ristorante, hotel, cantina … luoghi meravigliosi, dallo storico charme, soprattutto gustosi, in cui è possibile attardarsi anche dopo una semplice degustazione. Una Tenuta dove l’accoglienza, insieme alla qualità dei vini, è sovrana, perfetta per completare una vacanza di relax, accompagnati persino dai propri amici a 4 zampe.
Il loro Gavi è la classica ciliegina sulla torta, assaporabile in tutte le sue gagliarde sfumature, dalle versioni più fresche e leggere alle pregiate Riserve … scegli tra le tante proposte, d’assaggi e soggiorni, pensate da Villa Sparina per deliziare i tuoi sensi.

Le degustazioni a Villa Sparina
Le degustazioni a Villa Sparina

Nicola Bergaglio

Per chi ama la sostanza senza fronzoli, è caldamente consigliata una visita alla piccola cantina di Nicola Bergaglio, situata in frazione Rovereto, a pochi Km dal centro di Gavi. Chi assapora il suo Gavi ne resta stupito: prima per il prezzo e poi per la sua squisitezza che gli è ben valsa numerosi riconoscimenti. Non un sito web, ma tanta accoglienza e assaggi! Massima disponibilità da parte del team di casa Bergaglio nel farti scoprire i loro nettari. Non servono prenotazioni, vai e assaggia.

Migliori cantine del Piemonte: Dogliani e il Dolcetto

Eccoti nel profondo Sud del Piemonte, quasi ai confini con la Liguria, penultima tappa di questo viaggio tra le migliori cantine del Piemonte. In realtà siamo a poca distanza dalle colline del Barolo. Da quest’ultime è un attimo scendere più a valle e arrivare nella campagna boscosa di Dogliani: la patria più famosa dell’uva Dolcetto. Già il centro è speciale, adagiato lungo lo scorrere del torrente Rea, aspetta di scoprine le migliori cantine!

Marziano Abbona: degustazioni e Relais con piscina
Marziano Abbona: degustazioni e Relais con piscina

Marziano Abbona

Cogli l’occasione di assaggiare un grande Dolcetto accanto a un Barolo celebre: tutto si può fare se visiti l’azienda di Marziano Abbona, a Dogliani. La famiglia Abbona va annoverata tra gli annali del Dolcetto, poiché ha contribuito enormemente alla valorizzazione di quest’uva, trasformandola in un grande rosso. La prima vigna acquistata dal fondatore dell’azienda, Celso Abbona, rappresenta ancora una pietra miliare della viticoltura della zona: si tratta del cru Bricco Doriolo, nella frazione di Santa Lucia.
Storia, gusto e relax, anche grazie al Relais appena inaugurato. Esserne ospiti è proprio il modo perfetto di concludere una degustazione dei loro vini.

Poderi Luigi Einaudi

Che fascino! Una grande Tenuta vinicola e un resort con piscina. Confort moderno con uno charme rustico e bucolico tutto intorno … in effetti anche i loro vini sono così. Un gusto schietto e verace, senza rinunciare a forza ed eleganza. Un’identità perfettamente delineata che ben rappresenta il lavoro di perfezione svolto dalla famiglia Einaudi, da sempre alla guida di questa storica azienda che, nel 2022, ha festeggiato ben 125 anni d’attività. Una visita che è un tuffo nella storia della viticoltura italiana e nella loro meravigliosa piscina.

Il resort dei Poderi Einaudi
Il resort dei Poderi Einaudi

Migliori cantine del Piemonte: Gattinara e Ghemme

Ecco i vini rossi raccontati dalle uve di Nebbiolo coltivate nel Nord della regione. Siamo, infatti, tra i comuni di Ghemme e Gattinara, una zona del Piemonte in provincia di Novara, divisa dal fiume Sesia.
Un’area segnata da colline più dolci, rispetto a quelle delle Langhe, con un clima più freddo, mitigato dell’azione termoregolatrice del fiume. Quella di Ghemme e Gattinara è una zona boscosa, quasi ai piedi delle Alpi e a pochi Km di distanza dalle sponde del Lago Maggiore.
Tra le migliori cantine del Piemonte, in questo particolare terroir, puoi trovare le seguenti: splendide visite per conoscere due rubini dell’Alto Piemonte, sempre da uve di Nebbiolo.

Anzivino

All’azienda Anzivino, a Gattinara, sono campioni di enoturismo. Quale modo migliore di concludere una degustazione se non quella di ripeterla? Magari in sfumature diverse, con una trama più dettagliata. Allora basta solo soggiornare in azienda, presso la loro locanda di charme, con 4 camere e 1 appartamento a due passi dal gusto. Il loro Gattinara, grande espressione dell’uva Nebbiolo, coltivata negli storici possedimenti della famiglia, si è ben guadagnato i 3 cavatappi nell’ultima edizione dell’Untold, dedicata proprio alla denominazione Gattinara.

Tra le migliori cantine del Piemonte, a Gattinara, c'è Anzivino
Tra le migliori cantine del Piemonte, a Gattinara, c’è Anzivino, assaggi e relax!

Caligaris

I vini di Luca Caligaris parlano con l’anima … della loro bontà. Si fanno notare subito, per la loro moderna etichetta che ha come protagonista proprio l’uva di Nebbiolo, “Spanna” per gli amici dell’Alto Piemonte. La loro attrazione va oltre e arriva al gusto: il Gattinara, in versione base e riserva, vanta profondità e grande godibilità, quel che si definisce una gustosa scoperta. Questa è proprio la cantina che consiglio subito agli amici patiti di andare per vigne.

Mazzoni

Una famiglia unita sotto il segno di un gran vino. Il Ghemme creato dalla famiglia Mazzoni, a cominciare dal 1999, ha subito riscosso successo, per il suo carattere genuino e intenso. Una delizia, premiata anche con i tre cavatappi di Decanto Untold, che è frutto di grande attenzione in vigna e, poi, in cantina dove il vino viene fatto evolvere con l’obiettivo di mettere in evidenza la qualità delle uve. Ecco perché i visitatori sono così entusiasti delle degustazioni proposte … fra un po’ ci sarà la fila per gustare questi Nebbioli d’autore.

La Torretta

Una giovane azienda nel comune di Ghemme, gestita dalla famiglia Ferro, provvista proprio di una piccola e moderna torre, da cui ha preso in prestito il nome, e da cui si può ammirare il verde paesaggio circostante. Una dimora e una cornice suggestiva … non è un caso che le degustazioni proposte vengano spesso allestite all’aperto, per godere dello speciale panorama. Tutto parla di natura e genuinità in questa tenuta artigianale che offre dei Ghemme a un rapporto qualità-prezzo eccellente.

I filari vitati della cantina La Torretta, a Ghemme
I filari vitati della cantina La Torretta, a Ghemme

Quali sono le tue cantine del Piemonte preferite?

Ora che hai completato questo tour fittizio – per ora – tra le migliori cantine del Piemonte, quali vorresti visitare? Punti subito alla grandezza e alla fama dei Barolo e dei Barbaresco o preferisci approfondire prodotti e luoghi di nicchia ma dalle potenzialità esplosive? Raccontaci nei commenti il tuo viaggio dei desideri o il percorso di gusto che hai già compiuto in questa regione d’Italia.

Letto 3.739 volte
Restiamo in contatto!
Ci piacerebbe restare in contatto per informarti di tanto in tanto delle nostre iniziative ed eventi di degustazione. Promettiamo di inviarti non più di 4 mail per anno.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE