Un’isola in cui, dove vai, scopri sempre qualcosa di bello e gustoso. In questa guida alle migliori cantine della Sicilia ogni tappa sarà una sorpresa, come quella che tutti i turisti sperimentano quando addentano per la prima volta una vera arancina. Un percorso che attraversa paesaggi unici, contesti incantevoli, testimonianze archeologiche che non trovi in nessun altro luogo. Se già la Sicilia è una meta rinomata per le vacanze, in ogni stagione, aggiungendo i suoi vini più caratteristici al pacchetto, ecco che hai già organizzato le tue prossime ferie. C’è tanto da vedere e da assaggiare, praticamente in ogni provincia, nell’entroterra come sulla costa, per un viaggio in cui puoi alternare momenti culturali a attimi di relax e assaggi.

La storia vitivinicola di questa regione ha radici profonde, che raccontano di come furono i Fenici i primi a coltivare la vite, nelle loro colonie create sull’isola. Una tradizione di cui, successivamente, si fecero portatori i Greci, creando le città della Magna Grecia. Persino durante la dominazione islamica, la produzione di uva ha continuato a rappresentare una delle attività economiche più significative del territorio.

Con i suggerimenti di questa guida, ti innamorerai perdutamente della Sicilia e dei suoi vini.

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Itinerario di Viaggio

Il nostro tour tra le migliori cantine della Sicilia compirà un vero e proprio periplo della regione, partendo  dai vini dell’Etna (1) per poi proseguire verso Sud, per gustare il famoso Cerasuolo di Vittoria (2). Un viaggio che continua, seguendo la costa meridionale dell’isola, passando per il territorio di Menfi e della Valla del Belice (3), per arrivare fino a Marsala (4), in provincia di Trapani e, infine, fare un salto tra gli speciali passiti dell’isola di Pantelleria (5). Un giro di boa che ci conduce verso Palermo e le campagne della Contea di Scalafani (6). Per concludere in bellezza questo tour all’insegna del gusto, ecco che approdiamo tra i paesaggi vulcanici delle isole Lipari (7), con l’eccezionalità dei loro vini, secchi e dolci.

Le migliori cantine da visitare in Sicilia - Itinerario
Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Itinerario

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – I Vini dell’Etna

Nel fertile territorio dell’Etna DOC tutti i colori sono gustosi. Una zona dall’aspetto caratteristico che sembra quasi abbracciare il vulcano lungo le sue pendici orientali. La fama di questo areale è nota da secoli, fin dalla fine del 1500, proprio per quanto riguarda la produzione agricola e vinicola. D’altronde, la presenza del vulcano, con le sue eruzioni, ha reso il territorio circostante immensamente fertile.

La città di Milo, tra tutte quelle racchiuse nella DOC, è quella dotata della fama più particolare, poiché da disciplinare legata alla produzione dell’Etna Bianco Superiore. Una peculiarità dovuta alla natura dei suoi terreni, i più vicini al vulcano e i più esposti al deposito dei lapilli.

I bianchi, i rossi e i rosati dell’Etna DOC hanno tutti una personalità distintiva che è dovuta proprio alla natura stessa in cui si sviluppano i grappoli di Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Catarratto, le uve autoctone della zona.

Dove apprezzare alcune delle loro più affascinanti espressioni? Ecco quattro cantine che meritano tanto.

Donnafugata e il territorio dell’Etna

Donnafugata è maestra della sua isola. Un’azienda che ha contribuito alla valorizzazione di diverse aree vinicole siciliane, tra cui proprio l’Etna. La sua Tenuta, in questa DOC, sorge a Randazzo, con vigne poste a oltre 700 metri d’altitudine sul livello del mare. Visitandole, ammirerai il Vulcano, il più alto d’Europa, che si staglia alle loro spalle. Una produzione sempre tipica, di alto livello qualitativo, contraddistingue anche i vini Donnafugata prodotti sull’Etna. Li potrai apprezzare ancora di più grazie all’accoglienza che la Tenuta riserva ai suoi ospiti, a completare il quadro d’eccellenza legato al savoir-faire di questa azienda. Scegli il tuo percorso di assaggi, con vini iconici, all’aperto, accompagnato da musica selezionata oppure guarnito da sfiziosi assaggi della cucina tradizionale, arricchita dallo speciale olio prodotto in loco.

Le variegate proposte di Donnafugata ti faranno venir voglia di prolungare il tuo soggiorno sul Vulcano.

Donnafugata migliori cantine sull'Etna
Visita alle Cantine Donnafugata sull’Etna

Cantine Palmento Costanzo

Uno storico “Palmento”, nella campagna di Castiglione di Sicilia, vale a dire una vasca destinata alla pigiatura e alla fermentazione delle uve: un emblema della storica tradizione vinicola dell’isola.  Proprio dal recupero di un’antica struttura produttiva, risalente al 1700, nasce la bontà dei vini etnei di Palmento Costanzo, un’azienda oggi gestita da una speciale partnership tra la cantina Borgogno e quella sicula di Francesco Tornatore. L’obiettivo è quello di recuperare le antiche vigne, salde nelle terre nere e ricche di minerali, tipiche della contrada Carranco, da cui creare poche ma ottime etichette. Un impegno che si è concretizzato con la nascita del bianco e del rosso Etna DOC Villa dei Baroni.

Visitando la cantina, potrai scegliere la wine experience che più preferisci, scegliendo una gamma di tre vini, magari accompagnandoli a un tagliere di prodotti locali o a un assaggio dell’olio di loro produzione.

Palmento Costanzo migliori cantine Etna
Palmento Costanzo e i suoi vini dell’Etna

Cantine Nicosia

Una delle cantine più antiche di tutta la Sicilia, fondata nel 1898. Una produzione che oggi spicca per qualità, tipicità e accoglienza. L’azienda, infatti, situata a Trecastagni, racchiude anche un ristorante, per apprezzare ancora di più il legame tra i vini e la tradizione gastronomica etnea. Già la visita ai vigneti di proprietà ti avvolge con il suo fascino, situati a Monte Gorna, nei pressi di uno dei crateri spenti del vulcano. A completare la pregevolezza dell’esperienza, ci pensano i percorsi gustativi offerti ai visitatori. Preferisci visitare la cantina e assaggiare alcune delle loro etichette più rappresentative oppure vuoi passeggiare anche tra i loro filari vitati? Vorresti unire il piacere di un intero pasto a quello della degustazione dei vini? Non hai che da scegliere.

Visita alle cantine Nicosia: vigneti e ristorante alle pendici dell'Etna
Visita alle cantine Nicosia: vigneti e ristorante alle pendici dell’Etna

Barone di Villagrande

Questa cantina, situata nello speciale borgo di Milo, vanta nobili origini, proprio come il suo nome suggerisce. La famiglia Nicolosi venne incaricata già nel 1700 di trasformare in un luogo produttivo le terre incolte ai piedi dell’Etna, che le furono assegnate dal re di Napoli. Visto il successo dell’impresa, ai Nicolosi venne concesso il titolo di Baroni di Villagrande. Dopo tre secoli, i vini di questa Tenuta continuano a sorprendere, grazie al particolare terroir di cui sono testimoni. La contrada Villagrande, sul versante Est del Vulcano, vicina a Milo, possiede un microclima particolare, dalle intense escursioni termiche, che favorisce lo sviluppo di un’imponente concentrazione aromatica nelle uve lì coltivate. Scopri di persona i profumi e i sapori invitanti dei vini della Tenuta, prenotando una visita o, ancora meglio, cenando al loro ristorante o soggiornando nell’agriturismo interno, circondato dai profumi delle vigne.

Barone di Villagrande migliori cantine dell'Etna
Barone di Villagrande: l’unicità dei vini etnei di Milo

Se hai deciso di rimanere sull’Etna, allora non perderti i consigli della nostra guida, dedicata alle prelibatezze di questo territorio.

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Il Cerasuolo di Vittoria

Quella del Cerasuolo di Vittoria è una produzione storica, nata nel 1607, proprio in occasione della fondazione dell’omonima città. Per celebrare il momento, la contessa Vittoria Colonna Henriquez donò ai suoi coloni un ettaro di terreno, da destinare alla coltivazione della vite.

Una produzione che, agli inizi, fu modesta ma che, specialmente negli ultimi decenni, superate le crisi legate ai conflitti mondiali, ha cominciato a crescere significativamente, in numero e qualità.

Il Cerasuolo di Vittoria, per le sue origini segnanti, rappresenta l’unica DOCG di Sicilia. Un vino che celebra in modo particolare due grandi uve locali: il Frappato e il Nero d’Avola. Un rosso che deve il nome alla sue sfumature di colore che ricordano le ciliegie, con profumi che ne ricalcano la tonalità. Un vino dall’aromaticità succosa e dal gusto morbido e pieno, perfetto per accompagnare alcune delle specialità regionali più tipiche, come il coniglio alle olive, la caponata e il pecorino siciliano.

Dove gustare questo storico rosso siciliano? Ecco una meta d’eccellenza, proprio vicina a Vittoria.

Azienda Vitivinicola Paolo Calì

Visitando la cantina di Paolo Calì ammirerai il contesto particolare in cui prendono vita i suoi vini, con protagoniste le varietà d’uva locali di Frappato, Nero d’Avola e Grillo.

Le sue etichette nascono dalle sabbie di mare, da vigne inserite in un contesto naturale speciale, con le radici salde in un terreno sempre scaldato dal sole e rinfrescato dalle brezze marine.

Sei a Vittoria, in una via che si chiama proprio Frappato! Perché da questo vitigno Paolo Calì ho ottenuto il massimo, elaborandone anche una sfiziosa versione spumante.

I vini di questa cantina ti riveleranno le diverse facce del Cerasuolo di Vittoria, dalle interpretazioni più succose, vinose e leggere, a quelle più intense, degne dei più grandi arrosti e formaggi stagionati.

Una visita che, oltre che da prodotti eccezionali, è segnata da gentilezza e competenza.

Il Cerasuolo di Vittoria di Paolo Calì migliori cantine della Sicilia
Il Cerasuolo di Vittoria secondo Paolo Calì

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Il Belice e la DOC Menfi

Tra Fenici e Greci, la bellezza di questo territorio è stata contesa fin dall’antichità. Una dualità che traspare anche nell’attuale produzione enologica. Infatti, in questo territorio della Sicilia Sud-Occidentale, che abbraccia la DOC Menfi, si producono alcuni dei vini bianchi più appetitosi della regione, accanto a rossi di grande spessore gustativo. Un terroir dal contesto pedoclimatico unico, segnato da terreni alluvionali in pianura e da versanti collinari formati da argille e marne, con temperature sempre al di sopra delle zero termico, con adeguate precipitazioni e brezze costanti. Se verso la costa sono i bianchi a regnare incontrastati, con il loro carattere fresco e marino, nell’entroterra di questo areale si producono rossi potenti e complessi. Anche in questo caso la produzione privilegia le varietà d’uva locali, con Inzolia, Catarratto e Nero d’Avola in prima linea, ma vengono prodotti anche ottimi vini da vitigni internazionali, come Chardonnay, Merlot e Cabernet Sauvignon. Dove gustare la ricca varietà enoica che il territorio del Belice ha da offrire?

Ecco due fantastiche mete di viaggio.

Feudo Arancio

Un tradizionale “baglio”, un termine oggi usato in Sicilia per indicare le antiche masserie cinte da mura, ti attende a Sambuca di Sicilia, per raccontarti la squisitezza dei bianchi profumati e sapidi che così bene vengono prodotti nel territorio del Belice. La Tenuta Feudo Arancio, che prende il nome dai suoi tetti color pesca, accoglie i visitatori con tour guidati in vigna e in cantina. Al momento della degustazione apprezzerai i profumi vibranti del loro celebre Tinchité, un Grillo in purezza, accanto al fascino di altri bianchi secchi, da uve locali. Anche per quanto riguarda i rossi la scelta è ampia e ben diversificata, con il Nero d’Avola accompagnato da un Merlot e un Cabernet Sauvignon in purezza, a valorizzare le potenzialità del territorio nell’abbracciare sia le varietà autoctone che internazionali. Cogli l’occasione anche per scoprire le delizie del loro vino passito Hekate, nato da un blend di Grillo, Catarratto e Inzolia, premiato a livello internazionale.

Feudo Arancio migliori cantine della Sicilia
Visita all’antico baglio di Feudo Arancio

Mandrarossa

In quanto a degustazioni sono veri maestri alle Tenute Mandrarossa, a Menfi.

Scegli e prenota in un attimo, anche online, il percorso sensoriale che più ti piace.

Puoi fare un tour in vigna e in cantina e, infine, degustare le etichette che più ti affascinano. E’ possibile unire lo charme dei loro vini ai sapori della cucina locale o a ricette gourmet ed eclettiche. Potrai godere dei panorami della Tenuta con un elegante aperitivo. Devi solo decidere l’esperienza da vivere e verrai accolto dall’energia che anima ogni attività di questa azienda, capace di unire la tradizione e l’innovazione.

Quella firmata Mandrarossa è una produzione che rivela tutte le potenzialità di un territorio ricco come quello del Belice e che sa spingersi anche oltre, per raccontare la vitivinicoltura di altre rinomate zone dell’isola. Tra le loro etichette ne troverai tante che sapranno appassionarti.

I vini siciliani di Mandrarossa migliori cantine della Sicilia
I vini siciliani di Mandrarossa

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Marsala

Quello della DOC Marsala è un ampio areale della Sicilia Occidentale, che passa da costa a costa, delimitato a Est dallo scorrere del fiume Belice. Una zona in cui non si produce solo il famoso vino liquoroso ma tanti altri vini, bianchi, rossi e dolci, che hanno contribuito ad accrescere ancora di più la fama del territorio. Il Marsala, già da solo, saprà stupirti. Spesso gli si associa, unicamente, l’immagine di un vino dolce e denso, da gustare dopo pasto o da usare nell’elaborazione di alcuni dolci. Con questo tour dedicato alle migliori cantine del Marsala, le tue prospettive si amplieranno con grande piacere. Cominciamo?

Caruso & Minini

In un baglio storico, due famiglie si sono unite, quella dei Caruso e quella dei Minini, per raccontare le ricchezze vinicole della culla del Marsala. Le loro vigne si trovano nelle colline a Est del centro di Marsala, dove vengono coltivate le varietà locali con cui da sempre si produce questo famoso vino siciliano: Grillo e Inzolia, oppure Perricone e Nero d’Avola per la tipologia Rubino. Una produzione che coniuga bene tradizione e modernità, attraverso diverse variazioni sinfoniche sul tema Marsala, con prodotti  che ti catturano dal momento dell’aperitivo fino al dopo cena, perfetti con tartine di caviale e bottarga o accanto a delle praline al cioccolato. Una produzione che abbraccia anche vini bianchi e rossi, tipici e internazionali, gustosissimi con la cucina del luogo, dove i prodotti del mare si uniscono a quelli di una campagna fertile e ricchissima. Un tour che emoziona anche solo per la storia e la bellezza del luogo e impressiona definitivamente con la generosità degli assaggi e dei racconti offerti.

Caruso & Minini migliori cantine della Sicilia a Marsala
Caruso & Minini – Marsala e oltre

Cantine Pellegrino

Le cantine Pellegrino sono state fondate sul lungomare di Marsala nel 1880 e, ancora oggi, sono gestite dalla stessa famiglia. Una cantina storica che mantiene alta la bandiera tradizionale del Marsala, arricchendola di magistrali interpretazioni, come quella recente del loro Marsala Riserva Single Barrel, una delizia composta da dolcezza, sapidità e aromi infiniti. Una produzione che vanta anche capolavori in bianco e rosso, da tutto pasto, con protagoniste sia le uve locali che quelle internazionali, come il Syrah.

Una visita che t’incanterà anche per il fascino degli ambienti e dei paesaggi. Il tour alle cantine Pellegrino comincia dalla speciale struttura d’accoglienza riservata agli ospiti, con vista sulle isole Egadi, chiamata Ouverture, per poi visitare le storiche cantine con bottaia, in cui sono stati raccolti antichi reperti provenienti dalle colonie puniche.

Un’avventura gustativa che potrai personalizzare a seconda delle tue preferenze.

Donnafugata a Marsala

Quello di Donnafugata è un nome di spicco dell’intera produzione vinicola siciliana. Abbiamo assaggiato i suoi vini sull’Etna e ora scopriamo quelli prodotti agli antipodi. La sua struttura a Marsala, situata a pochi passi dal porto, racchiude una cantina gioiello, con quei piccoli caratelli in cui il Marsala evolve. Tra le degustazioni proposte, dall’eccezionale accoglienza aziendale, scoprirai il fascino dei diversi Marsala prodotti, accompagnati da assaggi che te ne sveleranno tutte le potenzialità negli abbinamenti con il cibo.

Anche in questo caso, sono tanti i percorsi gustativi proposti, dal brunch all’assaggio dei vini più iconici, da esperienze accompagnate dalla musica a un incontro di gusto tra cinque vini e cinque piatti della cucina siciliana. Tour che si possono anche prenotare online e che possono essere facilmente regalati. A chi non piacerebbe ricevere un’esperienza Donnafugata, in un angolo così bello della Sicilia?

Donnafugata a Marsala migliori cantine della Sicilia
Donnafugata a Marsala

Vuoi approfondire il discorso sulle delizie del territorio di Marsala? Allora prendi spunto dai suggerimenti di questo nostro tour enogastronomico.

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Pantelleria e il suo Passito

Probabilmente il passito più conosciuto d’Italia, la cui produzione è protetta dall’istituzione di un apposito consorzio. Il Passito di Pantelleria nasce esclusivamente nell’omonima isola, a Sud della Sicilia, da uve di Zibibbo (aka Moscato d’Alessandria) lasciate appassire sotto il sole. Un’operazione in cui le uve concentrano le loro sostanze aromatiche e gli zuccheri, perdendo naturalmente l’acqua. Da acini così, accuratamente selezionati, nasce un vino di grande ricchezza e morbidezza, aromatico e dolce ma con una particolare punta di salinità e freschezza a equilibrarne il fascino. Non solo dessert! Il Passito di Pantelleria è uno di quei nettari capaci di accompagnare anche la forza di ricchi formaggi erborinati e caprini impreziositi dall’aggiunta della frutta secca. Inoltre, il suo tocco vellutato lo rende perfetto anche in abbinamento a dolci cremosi, ricchi di profumi e sapori, che hanno tra gli ingredienti anche il prezioso cioccolato. Immaginati un bel calice di Passito di Pantelleria accanto a una torta con ricotta, pere e cioccolata … mmm.

Dove sorseggiare un Passito di Pantelleria creato ad arte? Ti suggerisco una visita alle Cantine Basile, autori del famoso Bukkuram.

Cantine Basile

Lo Zibibbo in tutte le sue sfumature. Ecco perché vale la pena visitare Cantine Basile a Pantelleria, nella contrada di Bukkuram, un nome evocativo che significa “padre della vigna”. Le uve di Zibibbo dominano incontrastate negli ettari vitati della Tenuta, impiegate nella produzione artigianale di vini dolci passiti, secchi da tutto pasto e liquorosi.

Un’azienda giovane che, attraverso la passione di Fabrizio e Simona, ha saputo subito conquistare un ampio pubblico con la soave bontà delle loro etichette, lavorate in quella storica falegnameria spagnola, ristrutturata e oggi trasformata in una cantina di charme. Proprio lì i proprietari accolgono gli ospiti, a sorseggiare i loro vini, in una splendida terrazza in cui godere del sole e delle brezze isolane. Sono sorsi di magia.

Visitando le Cantina Basile a Pantelleria
Visitando le Cantina Basile a Pantelleria

Le migliori cantina da visitare in Sicilia – Contea di Sclafani

Passando per Palermo e allontanandoti dalla costa, entrerai nelle campagne tipiche della denominazione Contea di Sclafani. Un territorio che tocca anche alcuni comuni delle provincie di Caltanissetta e Agrigento.

In questa zona dell’entroterra siciliano ti attende una produzione enologica di grande varietà, dove bianchi e rossi tipici incontrano alcune particolari varietà d’uva straniere, come il Merlot, il Cabernet Sauvignon, il Sauvignon Blanc e persino il Pinot Nero. Una produzione di ampio respiro che viene ben caratterizzata dalla cantina che ti suggerisco di visitare di persona. Probabilmente la conosci già e ne hai apprezzato le affascinanti etichette.

Vuoi arricchire il tuo viaggio tra i vini di questo territorio siculo? Allora prendi ulteriori spunti dalla nostra guida dedicata alle cantine del Marsala.

Tenuta Regaleali Tasca d’Almerita

E’ qui che nasce uno dei vini siciliani più ambiti: la Riserva del Conte, Contea di Sclafani DOC, un blend di Perricone e Nero d’Avola dotato di profumi opulenti e di una persistenza imponente. Un rosso di grande fama che è solo la punta dell’iceberg di una produzione che esaudisce tutti i desideri. La famiglia Tasca d’Almerita gestisce questa sua Tenuta sin dal 1830, con ben 600 ettari vitati. Una campagna rigogliosa in cui è possibile organizzare vacanze all’insegna del trekking, con una sosta ad hoc per assaporare i vini e le ricette proposte in questa azienda. Una visita che nasce speciale per i suoi luoghi maestosi e segreti e che diventa memorabile con la ricchezza dei suoi assaggi. Una Sicilia diversa e antica è quella che si scopre in questa tenuta secolare dei conti Tasca.

Tenuta Regaleali migliori cantine della Sicilia
Tenuta Regaleali, un’oasi di pace e vini gustosi

Le migliori cantine da visitare in Sicilia – Eolie

Per concludere questo nostro tour tra le migliori cantine della Sicilia, ci vuole un’esplosione di bellezza, come quella che si può sperimentare visitando le cantine situate nelle isole Eolie.

Completiamo la nostra circumnavigazione della Sicilia, con l’esplorazione della viticoltura isolana di Salina, di Lipari e dell’isola di Vulcano. La prima isola racchiude due vulcani gemelli, Monte Fossa delle Felci e Monte dei Porri, oggi spenti e parte di un’oasi naturale protetta, mentre la seconda, la più grande dell’arcipelago, è simbolo di un altro famoso vino dolce siciliano, la Malvasia delle Lipari, un nettare più che perfetto  per accompagnare i tipici cannoli e la cassata. L’ultima è un’isola “divina”, chiamata dai greci Hiera (Ἱερά) e poi rinominata “Vulcano”, in onore del dio romano di cui, la leggenda vuole, ospitasse le fucine.

Luoghi incantevoli, dai paesaggi incredibili, con terre fertili capaci di offrire vini dall’emozionante ricchezza, nei profumi come nei sapori. Assaggiali nelle tre mete che ti suggerisco.

Azienda Agricola Virgona

Sei sull’isola di Salina, nel villaggio di Malfa, tra vigne arroccate su terrazzamenti collinari, rivolti a un mare dalle incredibili sfumature blu. L’Azienda Agricola Virgona è una meta incredibile per la natura che la caratterizza e per il fascino saporito dei suoi vini, dall’anima isolana. A trionfare nella gamma delle etichette è sicuramente la profumatissima Malvasia che, qui, oltre a regalare grandi interpretazioni in dolce, si rivela gustosissima anche in una rara versione spumante. La famiglia Virgona sa come esaltare i prodotti della sua tenuta. Una visita che ti conquisterà anche attraverso gli assaggi di altre delizie gastronomiche: le loro confetture dal gusto agrodolce, tipiche di Salina, la loro birra e i cucunci, un’eccellenza dell’isola riconosciuta presidio Slow-Food.

Una tappa all’Azienda Agricola Virgona costituisce un assaggio dei migliori profumi e sapori di Salina.

Azienda Agricola Virgona a Salina
I vigneti dell’Azienda Agricola Virgona a Salina

Tenuta di Castellaro

Una sola è la meta per fare una vacanza da sogno nell’isola di Lipari: Tenuta di Castellaro.

Una cantina e un wine resort insieme, con la possibilità di organizzare percorsi gustativi su misura e alloggiare addirittura tra le vigne, tra i filari di vite e rigogliose piante di cappero, da cui si producono quei frutti golosi conosciuti come “Cucunci”, ammirando insieme le vicine isole di Alicudi e Filicudi. Un inno a un turismo che vuole vivere la natura da vicino, in un contesto vacanziero di grande rarità. Visitando la tenuta assaggerai il gusto più tipico della Malvasia delle Lipari accanto ai bianchi e ai rossi isolani più apprezzati, a base di Carricante, Malvasia, Moscato Bianco, Corinto Nero, Nero d’Avola e Alicante. In particolare, il loro Bianco Pomice, a base di Malvasia delle Lipari e Carricante, ti conquisterà con il suo appeal rinfrescante e salino allo stesso tempo.

Tenuta di Castellaro: cantina & wine resort sull'isola di Salina
Tenuta di Castellaro: cantina & wine resort sull’isola di Salina

Cantina Soffio sulle Eolie

Vuoi ammirare da vicino antichi crateri vulcanici? Allora l’isola di Vulcano è la meta perfetta, anche per la sua vicinanza alla costa. Con l’occasione, cogli l’attimo per sperimentare anche i gusti emozionanti di una visita alla Cantina Soffio sulle Eolie. I tuoi assaggi saranno incorniciati da un paesaggio mozzafiato, dove i monti si unisono al mare, con il contorno pittoresco delle vigne, delle tipiche piante di cappero e delle rappresentazioni artistiche create dal proprietario. Una degustazione in cui ti stupirai doppiamente, per la gentilezza dei gestori e la raffinatezza dei vini proposti, offerti con assaggi di prodotti del luogo, come salumi, formaggi, miele, olive e capperi ovviamente!

Cantina Soffio sulle Eolie sull'isola di Vulcano
Cantina Soffio sulle Eolie sull’isola di Vulcano

Vuoi consigli su cosa e dove mangiare tra le bellezze delle isole Eolie, dai un’occhiata alla nostra guida dedicata.

Quali sono le tue cantine della Sicilia preferita?

Per conoscere davvero un’isola speciale come la Sicilia, servirebbero più tour dedicati alle sue tante bellezze: un viaggio all’insegna del mare, un viaggio all’insegna dell’arte e della storia e, sicuramente, un viaggio enogastronomico. Già sole con le propste enoiche e culinarie dell’isola si rischia di non voler più andare via. Non a caso le ricchezze di questo territorio italiano cominciano ad attirare un turismo sempre più variopinto e a essere immortalate da numerose produzioni cinematografiche, anche estere.

In questo viaggio tra le migliori cantine della Sicilia troverai sicuramente tante lacune … sarebbero troppe le cantine meritevoli da inserire. Suggerisci quelle che ti hanno più colpito, durante le tue vacanze siciliane, lasciando un commento.

Letto 519 volte
Restiamo in contatto!
Ci piacerebbe restare in contatto per informarti di tanto in tanto delle nostre iniziative ed eventi di degustazione. Promettiamo di inviarti non più di 4 mail per anno.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE