Anche quando non è Estate, pensare a un tour tra le migliori cantine in Provenza t’illumina subito la giornata. Mare e scogliere, profumi mediterranei, campagne incantevoli e cittadine di charme, questa regione di Francia, affacciata sul mare, trasmette un ideale preciso: quello di una vacanza all’insegna del relax e della mondanità, senza perdere di vista il gusto. La cucina di Provenza si basa su ingredienti freschi e genuini, su insalate profumate, verdure e frutti di mare, animati dalla tipica salsa aioli. I vini che vi si producono hanno proprio la giusta aromaticità e verve gustativa per accompagnare al meglio le ricette locali.

Patria dei rosé più apprezzati al mondo, la Provenza offre ancora di più, nel suo territorio collinare e costiero che segue il mare tra Nizza e Avignone . Scopri tutto il fascino dei vini del posto, in questo nostro itinerario tra le migliori cantine provenzali.

Migliori cantine di Provenza: le zone vinicole

Il territorio di Provenza è legato alla vitivinicoltura sin dal tempo delle colonie fenicie, che piantarono le prime barbatelle nel VI secolo a.C., nella zona compresa tra le attuali Marsiglia e Saint-Tropez. Una scelta rivelatasi un successo e valorizzata dal commercio romano che già apprezzava i vini rosati della zona, trasportati a Roma in anfore vinarie. Un nuovo slancio nella produzione enoica avvenne in epoca medioevale, grazie all’opera dei monaci di diverse congregazioni che, come in Borgogna, si dedicarono alla viticoltura nei possedimenti delle abbazie di Nizza, Marsaglia e Thoronet.

Oggi, la Provenza conta ben 10 Appellation e ha sancito una sua predilezione per le uve a bacca rossa. Infatti, i vitigni più coltivati nell’areale sono Grenache, Cinsault, Mourvèdre, Carignan, Syrah e Cabernet Sauvignon, allevati nel classico sistema ad alberello, per proteggere i grappoli dagli sferzanti venti marittimi, come il Mistral.

Sono 4 i principali terroir regionali, ciascuno caratterizzato da una particolare produzione vinicola. Ora te li presento.

Nizza

Proprio intorno a Nizza si sviluppa la produzione peculiare dell’AOC Bellet. Qui si realizzano vini speciali, ottenuti da uve che sono coltivate solo in questo limitato areale della Provenza. Un piccolo regno dedicato soprattutto a bianchi leggeri e profumati.

Côtes de Provence

Quello della Côtes de Provence è l’areale vinicolo più esteso che, nell’entroterra, segue parte dei corsi dei fiumi Argens e Arc, mentre abbraccia i centri di Saint-Tropez e Tolone sulla costa. Quasi 20000 ettari vitati per una produzione vinicola di ampio respiro, famosa soprattutto per l’eccellenza dei suoi rosati.

Bandol

Forse un nome che ti dirà poco se non conosci il luogo e i suoi vini. Questa piccola ma significativa AOC si sviluppa intorno al porto di Bandol, poco a Nord di Tolone e vanta i migliori rossi regionali, a base di Mourvèdre. Un territorio che unisce gusto e grandi bellezze paesaggistiche, con i suoi vigneti arroccati su ripidi terrazzamenti collinari, affacciati sul mare.

Côteaux d’Aix en Provence

Nell’entroterra marsigliese, solcato dal fiume Arc e limitato a Nord dal Durance, si trova la zona dei Côteaux d’Aix en Provence che prende il nome dall’omonima città. In questo areale, racchiuso tra il Mediterraneo, la Durance, la Valle del Rodano e la costa provenzale, nascono rossi di grande piacevolezza, setosi e fragranti, sempre a base di Mourvèdre, con qualche produzione a sorpresa, tutta da scoprire … proprio in questo tour tra le migliori cantine della Provenza.

Migliori cantine in Provenza - Itinerario del tour
Migliori cantine in Provenza – Itinerario del tour

Tour delle migliori cantine di Provenza: itinerario

Dalla Costa Azzurra, con il glamour di Nizza e Cannes, questo viaggio tra le migliori cantine di Provenza ti condurrà quasi fino ad Avignone, antica terra dei Papi. Per apprezzare al meglio il fascino enologico di questa zona di Francia, dall’Italia toccheremo prima la Costa d’Azzura e la città di Nizza con la sua piccola, ma speciale,  AOC Bellet (1), per poi proseguire lungo la costa, con qualche escursione tra le colline dell’entroterra, per saggiare le delizie in rosa delle Côtes de Provence (2). Poi, sarà la volta dei grandi rossi di Provenza, da sorseggiare nell’Appellation di Bandol (3) e, infine, andremo alla scoperta del territorio verdeggiante dei Côteaux d’Aix-en-Provence (4), con una produzione vinicola di tutto rispetto in un territorio dalle tante ricchezze.

Ecco che si parte!

Le migliori cantine di Provenza: Nizza

Il territorio di Nizza, sulla Costa Azzurra, è famoso soprattutto per le sue raffinate cittadine, le strade tortuose a picco sulle scogliere, la cucina gourmet. Tuttavia, oltre all’immagine patinata, questa è una terra che ha molto altro da rivelare. Ad esempio, solo qui, in tutta la Provenza e la Francia, si coltivano e si vinificano con successo, anche in purezza, delle uve locali, come il Rolle, il Braquet e il Folle Noire. La prima uva è nota nel Sud della Francia ma solo nell’AOC Bellet sa cantare gustosamente in assolo, con un piccolo contributo da altre uve, come lo Chardonnay. Visitando le cantine di questa zona di Provenza, scoprirai bianchi, rosati e rossi di gran gusto e personalità. Ci potresti organizzare tutto un evento, in loro onore. Dagli antipasti ai dolci, nella zona di Nizza, trovi quei vini che mettono tutti d’accordo, profumati e di eccezionale bevibilità.

Andiamo alla loro scoperta, visitando due tenute speciali.

Château de Bellet

Vale la pena visitare lo Château de Bellet solo per la sua vista su Nizza e la Costa Azzurra. Questa tenuta, con le sue vigne arroccate, sorge infatti su una terrazza panoramica affacciata sul mare. Una meta facilmente raggiungibile, anche in bus, poiché dista pochi km da Nizza e dal suo aeroporto, fantastica per conoscere i vini tipici della zona in un contesto di rara bellezza e design. Già, perché la Tenuta è antica, con le prime vigne piantate nel XVIII secolo, dai Baroni di Bellet, ma le cantine sono state rielaborate per integrarsi nel paesaggio circostante ed essere ancora più efficienti. Nel punto più alto della Tenuta sorge una storica cappella, ormai sconsacrata e oggi parte dell’accoglienza pregiata riservata ai visitatori. I vini dello Château sanno ben distinguersi, con una personalità davvero unica: i loro bianchi, rossi e rosati nascono infatti da uve locali di Rolle, Braquet, Folle Noire e Grenache Noir. Si tratta di vini particolari, capaci di accompagnare piatti raffinati e profumati, di tipologie diverse. I rossi sono perfetti con le ricette tartufate, i rosati con i piatti fusion e i bianchi con pietanze di mare aromatiche.

Château de Bellet - migliori cantine in Provenza
Château de Bellet

Collet de Bovis

Si respira accoglienza varcando la soglia di questa cantina a conduzione familiare, ancora più vicina a Nizza. Prezzi sorprendenti per vini altrettanto gustosi. Tutto è trasparente qui, i calici di degustazione, la gentilezza e la passione che i proprietari riescono a comunicare durante gli assaggi, i prezzi dei vini e della visita in cantina e in vigna. Una gamma di etichette che comprende rossi, rosati e bianchi, realizzati da uve di Rolle, Grenache e Folle Noire curate in regime biologico. Per i più sportivi è anche possibile prenotare un tour personalizzato in bicicletta, per ammirare le vigne e i paesaggi della Tenuta. Per chi, invece, sogna una vacanza a Nizza ma lontano della calca, ecco che in questo Domaine è possibile anche affittare una dimora rurale immersa tra le vigne. Che gusto e che pace!

Le migliori Cantine di Provenza – Côtes de Provence

Aaah, le Côtes de Provence, quelle dolci colline che dall’entroterra si affacciano timidamente sul mare. Una campagna sognante, fatta di colori e profumi, quei paesaggi che fanno giustamente parte dell’immaginario provenzale. Andare per cantine in questa zona della Francia è un piacere anche solo per il viaggio. Somma gioia è scoprire luoghi e vini sorprendenti, per splendore e sapori.

Nell’AOC Côtes de Provence troverai facilmente eccellenti vini rosé e bianchi profumati e croccanti, nettari realizzati principalmente con uve di Carignan, Syrah e Cinsault e con grappoli di Vermentino. Prodotti che si sposano benissimo con la cucina mediterranea, da abbinare a piatti appetitosi, semplici e profumati, come un’impepata di cozze, una pizza margherita o delle nostrane orecchiette alle cime di rapa.

In questa terra di grandi rosati, sia leggeri che strutturati, potresti avere l’imbarazzo della scelta riguardo alle cantine da visitare. Ti vengo in aiuto, queste quattro sono fantastiche sotto ogni aspetto, per location, qualità dei vini, prezzi e gentilezza.

Château Font du Broc

Situato nel comune di Les-Arcs-sur-Argens, nell’entroterra provenzale, lo Château Font du Broc è un angolo di paradiso con quasi 20 ettari vitati, gestiti in regime biologico. Una scelta che si fonde alla perfezione con lo scenario rigoglioso che circonda la Tenuta. Di proprietà della famiglia Massa – famosi nel Sud della Francia per i loro vini e la loro partecipazione ai campionati di Formula 1 – questo Château è sempre più apprezzato per la celebrazione di eventi e matrimoni. In effetti, quando varchi la soglia di quest’azienda, respiri romanticismo e i più invitanti profumi di Provenza. Oltre alla bontà dei vini proposti, in tutti i colori, la modernità e la cortesia del team d’accoglienza rendono la visita più che raccomandata.

Per chi desiderasse rimanere nei paraggi, ci sono tantissime case vacanze di charme a poca distanza dallo Château.

Château Font du Broc - migliori cantine da visitare in Provenza
Château Font du Broc

Château de Cabran

Respiriamo ancora l’entroterra provenzale, allo Château de Cabran, pur avvicinandoci alla costa di Frejus. In questa Tenuta, gestita da 200 anni dalla famiglia Cabran, ammirerai i tipici terreni di questa zona delle Côtes, così ricchi di minerali ed inclusi organici, formatisi attraverso l’attività vulcanica. I vigneti di proprietà respirano le brezze marine, circondati da una vegetazione mediterranea: tratti caratteriali che puoi riscoprire nei vini prodotti. I nettari che assaporerai in questa visita, anche gratuitamente, senza prenotazione, ti sorprenderanno con la loro genuinità e il loro ottimo prezzo.

Château de Cabran - migliori cantine in Provenza
Château de Cabran

Château Sainte-Marguerite

Probabilmente già conoscerai le magnifiche bottiglie dei vini di questo Château, situato poco lontano dalla costa provenzale, dalla spiaggia di Crique du Pelegrin e dell’Argentier. Se così non fosse, allora è il momento di rimediare, andando personalmente in visita a questa tenuta, classificata come Cru Classé. Infatti, anche la Provenza conta dei terroir di particolare pregio, sono 18 in tutto, sanciti nel 1955.

Fra questi lo Château Saint-Marguerite si fa notare per la sua modernità. Château solo di nome, la sua è una cantina avveniristica, dal design funzionale ed ecosostenibile, con una produzione certificata ecocert. Una visita in cui ti stupirai dell’accoglienza professionale e della bontà dei vini, gustosamente accessibili, frutto dello speciale terroir tra La Londe e Pierrefeu. Davvero una meta di classe!

Château Sainte-Marguerite - Provenza Cru Classe
Château Sainte-Marguerite

Le migliori cantine di Provenza – Bandol

A Bandol, un territorio racchiuso tra il mare e i rilievi del massiccio de la Sante-Baume,  gli assaggi si fanno più intensi e ugualmente profumati. In questa piccola denominazione di Provenza scoprirai degli ottimi rossi, realizzati da uve di Mourvèdre incastonate nel caratteristico suolo ciottoloso locale, formato da rocce calcaree e marne sabbiose, ben drenante e adatto a conservare le giuste riserve idriche, per un ottimale sviluppo della vite anche in condizione di caldo e siccità. I panorami di questa Appellation sono spettacolari, con le vigne abbarbicate su terrazzamenti scoscesi, localmente chiamati “restanques”. 

Particolare come il terroir, è l’aromaticità dei vini prodotti. Nell’AOC Bandol troverai i rossi ideali per le ricette più succulenti guarnite dal pregiato tartufo. Già solo per questo motivo, la zona merita una visita e ho giusto due cantine fantastiche da consigliarti.

Domaine de la font des pères

Questo Domaine ha un fascino secolare, nato dalle cure di alcuni monaci che ne fecero la loro dimora nel lontano V secolo, grazie alla presenza di una fonte d’acqua naturale, da cui la tenuta ha poi preso il suo nome.  Ancora oggi, l’azienda si articola sugli antichi terrazzamenti impostati per la coltivazione della vite. Un legame storico che i nuovi proprietari hanno saputo trasportare nel nuovo millennio, con passione e rispetto. Il risultato dell’impegno di Caroline e Philippe Chauvin è un Domaine di grande bellezza paesaggistica, da cui nascono vini eccellenti.

Una Tenuta che non è solo cantina ma anche ristorante e wine relais con piscina, per godere della piacevolezza di una camera sulle vigne, prenotabile facilmente online, o un pasto speciale accompagnato da vini che sono davvero “della casa”. Una visita in cui potrai unire i piaceri del palato al fascino del mare, dal momento che le spiagge sono vicine.

Domaine de la font des pères migliori cantine della Provenza
Domaine de la font des pères

Domaine de Frégate

Così bello che in tanti lo scelgono per le loro nozze, godendo così della vista sul mare che si può ammirare dalla terrazza del Domaine. Anche se non vuoi celebrare il tuo matrimonio, la location merita per panorama e vini. Questa, infatti, è l’unica tenuta vinicola di Bandol affacciata sul mare. Non è solo la posizione a rendere speciale il Domaine ma tutte le esperienze che possono essere intraprese solo visitandolo.

Infatti, oltre all’escursione in vigna e cantina, è possibile personalizzare gli assaggi, accompagnando i vini a delizie locali. Inoltre, all’interno della Tenuta sorge anche un resort, in cui abbinare la piacevolezza della natura a un comfort  da 5 stelle. Per chi, invece, ama degustare ma anche passeggiare, a poca distanza sono raggiungibili alcune delle più belle camminate della campagna provenzale.

Le vigne del Domaine de Frégate tra le migliori cantine della Provenza
Le vigne del Domaine de Frégate

Le Migliori Cantine di Provenza – Côteaux d’Aix en Provence

Un territorio forse poco battuto, quello dei Côteaux d’Aix en Provence, ma che ha tante bellezze da offrire. Lontani dai centri più mondani della Costa Azzurra, i paesaggi di questo territorio hanno un impareggiabile fascino bucolico che esalta ancora di più l’immaginario provenzale. Campi di lavanda, uliveti e una vegetazione mediterranea rendono incantevoli le campagne che circondano Aix-en-Provence. In questo territorio, la varietà e la ricchezza dei suoli, favorisce la produzione di ottimi rosé ma anche di rossi sfiziosi, quelli che sai amare anche d’Estate, quando fa caldo, intensamente profumati e di grande bevibilità, soprattutto a base di Mourvèdre e Cabernet Sauvignon. Non mancano i bianchi dal fascino delicato, amici di ricette genuine e semplici, anche a crudo, a base di pesce e verdure.

Dove provare vini così deliziosi e versatili? Ecco quattro tappe imperdibili in questo viaggio tra le migliori cantine di Provenza.

Château de Calavon

Sono tanti i motivi che ti portano allo Château de Calavon. Questa storica tenuta vinicola è la più antica del comune di Lambesc, una cittadina situata nel cuore dei Pays d’Aix. Questo borgo è noto anche come la “piccola Versailles”, poiché sede delle assemblee generali di Provenza sotto i regni di Luigi XIV, XV e XVI. Un luogo che, pertanto, ha saputo arricchirsi di monumenti importanti, come palazzi nobiliari e chiese, che ne caratterizzano le strade. Lo Château de Calavon si trova proprio nel centro cittadino mentre le sue vigne sono immerse nella campagna che circonda Lambesc. Visitando la Tenuta ti sembrerà di entrare in una nuova dimensione, fatta di tranquillità e sapore. Merito anche di una conduzione biologica delle vigne e di un massimo rispetto della fauna e della flora presenti se i vini dello Château sono così espressivi.

Una visita che piace, lontano dalle rotte provenzali più battute, e che merita sicuramente una deviazione.

Château de Calavon
Château de Calavon

Château Calissanne

Quasi alle porte della Camargue, quasi affacciato sulla laguna di Berre, a soli 40 Km da Marsiglia, sorge lo Château Calissanne, circondato da pini marittimi e ulivi. Non per nulla in questa Tenuta, oltre al vino, si produce anche del’eccellente olio evo. Sono tanti i piaceri che puoi soddisfare visitandola. Ampi spazi ti attendono in questa tappa, già all’ingresso dove il calore dell’ambiente e i suoi tanti prodotti in vendita invitano a una piacevole esplorazione. Anche se sei di passaggio e vuoi semplicemente curiosare, ti sorprenderà la varietà e i colori della merce esposta. Vini, oli pregiati, saponi e prodotti di bellezza che grazie all’esperienza della famiglia Kessler hanno catturato i profumi di Provenza. Per chi vuole approfondire il tema vino, lo Château organizza visite guidate in bicicletta tra le vigne, degustazioni delle diverse etichette e anche degli oli, aperitivi e serate a tema. Visitando la Tenuta vorrai rimanere ad esplorare tutto ciò che ha da offrire. Sorta su un antico insediamento celto-ligure, conserva ancora le testimonianze archeologiche del primo insediamento, conosciuto come “Oppidum di Costantino”, utilizzato in epoca romana e visibile tutt’oggi a chi si avventura nella Tenuta.  Questa è solo una delle tante chicche che lo Château Calissanne ti offre, per meraviglie che vanno oltre il vino.

Château Calissanne migliori cantine in Provenza
Château Calissanne

Château Henry Bonnaud

Come annunciato, il territorio di Aix-en-Provence regala anche vini inaspettati, come quelli realizzati nell’ambito della piccola AOC Palette, situata poco a Est della città di Aix, lungo il corso del fiume Arc. Nel comune di Le Tolonet sorge lo Château Henri Bonnard che deve il suo nome alla famiglia di vigneron che da tre generazioni cura la Tenuta e che produce dei nettari davvero rappresentativi di questa esclusiva Appellation francese. Merito del particolare suolo locale, formato da strati di calcare di origine lacustre, chiamati localmente “Langesse”, se i rossi prodotti sono così ricchi di estratto e longevi. Le uve coltivate allo Château Henri Bonnard, oltre che del microclima locale, mite e soleggiato, sempre ben ventilato, beneficiano di cure organiche: una scelta fatta oltre un decennio fa, per preservare la ricchezza naturale dei suoli. Oltre a coccolare le vigne, la famiglia Bonnard pensa anche ad accogliere con gentilezza i visitatori, affinchè possano scoprire le particolarità dei nettari prodotti. Oltre a quelli dell’AOC Palette, la cantina produce altri vini gustosi, in tutti i colori di Provenza. Una visita composta da diversi gradi di bontà, apprezzabili con più tranquillità soggiornando nei tre appartamenti di charme con piscina allestiti all’interno della proprietà.

Lo Château Henry Bonnaud e i vini provenzali dell'AOC Palette
Lo Château Henry Bonnaud e i vini provenzali dell’AOC Palette

Château de Mille

Come visita finale, ti ho lasciato lui: lo Château de Mille.

Un luogo e una visita dall’effetto wow. Non racconto troppo per non rovinare la sorpresa ma sappi che questo storico castello è arrivato fino a noi da prima dell’anno zero. Due millenni di storia, una terra antica che parla attraverso i suo vini. Visitando questo Château più unico che raro ti avventuri nell’entroterra, alle pendici del parco naturale del Luberon e poco più a Sud di Roussillon.Le prime testimonianze scritte della sua produzione vinicola risalgono al 1238, documentate negli archivi di Avignone, poiché lo Château fu residenza estiva dei papi.

In effetti, i paesaggi della Tenuta sono più che vacanzieri e non sorprende che il luogo sia stato sempre abitato e mai abbandonato attraverso i secoli. Oggi lo Château continua a prosperare sotto la guida di Constance e Lawrence Slaughter, coadiuvati da un team d’eccellenza che cura ogni aspetto della proprietà. Allo Château de Mille puoi degustare la storia assieme a ottimi vini, pranzare e cenare al ristorante della Tenuta e perfino soggiornare tra le vigne, negli appartamenti destinati agli ospiti. Un luogo delizioso in cui sognerai presto di tornare.

Château de Mille migliori cantine in Provenza
Château de Mille

Quali sono per te le migliori Cantine di Provenza?

Visitare le cantine di Provenza è uno dei tanti piaceri che questa regione di Francia sa offrire. L’enoturismo è un aspetto già valorizzato presso tante cantine che desiderano condividere con gli appassionati non solo i vini ma le esperienze naturali e artistiche che il territorio custodisce. Sono davvero tante le tenute vinicole provenzali che meritano di essere scoperte. In questa guida ne abbiamo selezionato, a malincuore, solo alcune. Se vuoi raccontarci le tue esperienze in questa meravigliosa zona della Francia, lasciaci un commento.

Letto 86 volte
Restiamo in contatto!
Ci piacerebbe restare in contatto per informarti di tanto in tanto delle nostre iniziative ed eventi di degustazione. Promettiamo di inviarti non più di 4 mail per anno.

Abbina cibo e vino
Il vino perfetto da abbinare a qualsiasi ricetta grazie all'algoritmo magicpairing.
SCARICALA GRATUITAMENTE